PROGETTO EDUCATIVO DI PASTICCERIA ESPRESSIVA

PROGETTO EDUCATIVO DI PASTICCERIA ESPRESSIVA IN AMBITO SCOLASTICO CON RAGAZZI DIVERSAMENTE ABILI

 

 pasticceria_espressiva_3_014.jpg

-          Luogo: aule dell’Istituto tecnico Città del Tricolore

-          Tempi: tre incontri a scadenza settimanale di due periodi da 60 minuti ciascuno per un totale di sei ore

-          Destinatari: quattro allievi diversamente abili proposti dall’istituto

-          Chi ha tenuto il corso: pasticcere professionista con esperienze educative nell’ambito della disabilità e assistente con esperienze sia in campo educativo che nel ramo della pasticceria

-          Obiettivo del corso: utilizzando come filo conduttore l’elaborazione di un proprio dolce attraverso il linguaggio e gli strumenti della pasticceria, favorire l’esplorazione e la consapevolezza sensoriale per stimolare un’espressione sempre più personale di ciascun ragazzo.

 

-          Struttura base del corso

Primo incontro: presentazione reciproca con i ragazzi, per permettere un buon ambientamento e preparazione alla nuova esperienza; successivamente proposta di alcuni ingredienti, (cioccolato, nocciole, limone, fragole)da esplorare in modo graduale attraverso i sensi dell’olfatto, della vista e del gusto. A ciascun ragazzo è stata data la possibilità di scegliere, tra quelli proposti, l’ingrediente principale di quello che sarebbe stato poi il proprio dolce.

Secondo incontro: a partire dall’incontro precedente, ogni ingrediente scelto è stato presentato nelle sue diverse consistenze (ad esempio cioccolato tritato, liquido, crema di cioccolato …),ognuna da esplorare attraverso i sensi dell’udito, del tatto e infine nuovamente del gusto. Ogni ragazzo ha potuto definire la consistenza con cui l’ingrediente scelto sarebbe stato alla fine presentato nel proprio dolce.

Terzo incontro: è stato incentrato prevalentemente sulla vista: più precisamente sulle possibili forme e colorazioni decorative  (ad esempio decoro con gelatine colorate, ciuffi di panna …) con le quali poter ultimare il dolce di ciascuno: l’ ingrediente base è stato scelto personalmente negli incontri precedenti per gusto e consistenza.

 

E’ stato strutturato un percorso  estremamente guidato; il progetto è stato apprezzato da tutti i partecipanti : gli alunni coinvolti hanno potuto sviluppare la propria creatività attraverso attività quali il manipolare, fare miscugli, osservare, creare, sperimentare, degustare, odorare, ascoltare e scoprire somiglianze, differenze, uguaglianze, grandezze, quantità, forma - colore e tecniche espressive. Attraverso questo progetto, si è consentito di apprendere con il “fare” mirando alla più ampia integrazione possibile all’interno di un gruppo di lavoro. Le attività di cui sopra, per le loro caratteristiche, legate all’emotività e alle caratteristiche proprie degli alunni coinvolti, hanno consentito di proiettare se stessi nel dolce che si è andato a realizzare. Il corso è stato un girotondo di attività piacevoli e festose, colorate e fantasiose in cui lo stare insieme è stato reso piacevole dal gusto di creare e realizzare “piccoli capolavori”.

REFERENTE DEL PROGETTO: prof.ssa Vanessa Scaramuzzino (docente di sostegno a Rivalta).

pasticceria_espressiva_1_001.jpg pasticceria_espressiva_1_002.jpg pasticceria_espressiva_1_003.jpg pasticceria_espressiva_1_005.jpg pasticceria_espressiva_1_016.jpg pasticceria_espressiva_1_019.jpg pasticceria_espressiva_2_001.jpg pasticceria_espressiva_2_004.jpg pasticceria_espressiva_2_006.jpg pasticceria_espressiva_2_007.jpg pasticceria_espressiva_2_015.jpg pasticceria_espressiva_2_025.jpg pasticceria_espressiva_3_002.jpg pasticceria_espressiva_3_009.jpg pasticceria_espressiva_3_014.jpg pasticceria_espressiva_3_031.jpg